Pepe bianco

Il pepe bianco ha un sapore più delicato rispetto al pepe nero ed è perfetto per piatti chiari, quali vellutate e piatti cremosi a base di funghi, nei quali il pepe nero creerebbe accenti cromatici indesiderati. Anche il pesce e la verdura (patate) e le carni bianche (pollo, vitello, tacchino) vengono arricchiti da una bella presa di pepe.

Pepe bianco

Piper nigrum

Aroma e gusto

Il pepe bianco viene ricavato dalla stessa pianta dalla quale si ricava il pepe nero, ma viene trattato diversamente dopo il raccolto. Le bacche vengono raccolte a piena maturazione, vengono lasciate macerare in acqua e separate dalla buccia e dalla polpa del frutto. Il pepe bianco ha un gusto simile al pepe nero, ma con qualche differenza. Il pepe bianco ha una piccantezza simile a quella del pepe nero. A ciò si aggiunge una nota leggermente pannosa che si sposa molto bene a salse con panna o formaggio o con patate.

Da sapere

La pianta del pepe è una pianta rampicante originaria dell'India. Per alcune migliaia di anni l'India è stato l'unico paese nel quale cresceva il pepe. Il pepe era ai tempi antichi così pregiato che veniva pesato con l'oro.

Consigli sull'utilizzo

  • Il pepe bianco è ideale per insaporire le pietanze a tavola. Si consiglia di utilizzarlo intero in un macina spezie. Oppure di macinarlo poco prima dell'uso in un mortaio.
  • È ideale per insaporire tutte le pietanze piccanti calde, ripieni, impasti, ecc.
  • Per insaporire marinature, brodi e zuppe si potranno mettere alcuni grani di pepe bianco in un sacchetto per tè lasciandolo in infusione negli ultimi 15 minuti di cottura ed eliminandolo prima di servire.
  • Il pepe bianco può essere usato più abbondantemente rispetto al pepe nero in quando il suo aroma è leggermente più delicato.

Abbinabile a:

i grani di pepe bianco si abbinano bene con: fleur de sel (ad esempio in un macina spezie), zenzero, aglio, kummel, erbette mediterranee, prezzemolo, pepe verde, pepe nero (ad esempio in un macina spezie), erba cipollina, cipolle.