Pepe lungo

Il pepe lungo è leggermente più piccante del pepe nero e ha una nota dolce e leggermente acidula. Per usarlo, si consiglia di tagliarlo con una forbice ad una lunghezza di mezzo centimetro e di macinarlo in un mortaio o di grattugiarlo con una grattugina. In questo modo potrà essere utilizzato in cucina in mille modi.

È disponibile nei seguenti formati:

Pepe lungo

Piper longum

Aroma e gusto

Il pepe lungo viene ricavato dalla pianta del pepe, ha però un gusto ancora più forte: il pepe lungo ha note di cioccolato amaro e liquirizia. Queste caratteristiche lo rendono ideale per l'alta cucina .
Come tutti gli altri tipi di pepe, anche il pepe lungo contiene la piperina che ne determina la piccantezza e il suo inconfondibile aroma pepato.

Da sapere

Il pepe lungo è originario dell'Himalaya ed è il più antico tipo di pepe che sia arrivato in Europa dall'Asia. Anche gli antichi romani usavano il pepe nero nella loro cucina. Lo fecero fino a quando trovarono attraverso l'Egitto una via marittima diretta che conduceva in India, alla costa del pepe, da dove introdussero nel loro impero grandi quantità di pepe nero.

Consigli sull'utilizzo

  • Conservare il pepe lungo in un luogo fresco, asciutto, lontano dalla luce del sole, in un barattolo a tenuta ermetica.
  • È facile usare il pepe lungo perché non si rompe facilmente. Basta prenderne uno e grattugiare la quantità desiderata con una grattugia per spezie.
  • Per aggiungerlo a miscele di pepe si può triturarlo grossolanamente con un coltello e metterlo con le altre spezie in un macina spezie.
  • Per brodi, zuppe, salse, minestre e stufati: aggiungere un pepe lungo, 15 minuti prima della fine della cottura, alla pietanza senza fare più bollire.